manuale_insolvenza

home / Archivio / Fascicolo 2 - 2013


Fascicolo 2 30/06/2013

leggi fascicolo indice fascicolo

DOTTRINA

L'applicazione della novellata disciplina in materia di 'costi da reato' agli effetti reddituali degli acquisti conclusi nell'ambito delle c.d. frodi carosello

Anteriormente all’introduzione del D.L. n. 16/2012 la deducibilità dei costi sostenuti nell’ambito di una “frode carosello” è stata fortemente messa in dubbio, in particolare alla luce della normativa in materia di costi da reato contenuta nell’art. 14 della L. n. 537/1993. Per effetto della novella apportata a quest’ulti­-ma disposizione, ...
di Ernesto Marco Bagarotto

I meccanismi sulla riduzione dei conflitti tributari nell'ordinamento giuridico spagnolo

L'analisi dei meccanismi sulla riduzione dei conflitti tributari nell’ordinamento giuridico spagnolo può essere svolta sotto più punti di vista. Innanzi tutto, dalla prospettiva dei meccanismi sulla riduzione dei conflitti tra i contribuenti e l’Am­ministrazione finanziaria di natura convenzionale, in senso ampio. Tra questi meccanismi possono distinguersi gli ...
di Mercedes Castillo Solsona

Limiti di utilizzo dei poteri istruttori fiscali nell'ambito dei giudizi di separazione e divorzio

Il crescente numero di procedimenti di separazione e divorzio ove, tra l’altro, occorre accertare la capacità patrimoniale e reddituale dei coniugi al fine di stabilire l’entità dell’assegno di mantenimento impone una indagine sulla effettiva possibilità da parte della Guardia di finanza o degli Uffici fiscali, chiamati in causa dal giudice per svolgere ...
di Giuseppe Ingrao

Note in tema di elusione fiscale, abuso del diritto e applicazione delle sanzioni amministrative

La Corte di Cassazione, con la sent. 30 novembre 2011, n. 25537, ha enunciato il principio secondo cui, ai fini della sanzionabilità amministrativa delle condotte elusive o abusive, è necessaria una espressa previsione legislativa; ciò porta ad escludere che una sanzione amministrativa in materia tributaria possa essere applicata a fronte della violazione non di una precisa ...
di Giuseppe Marini

Spunti di riflessione sulla sospensione della riscossione coattiva dell'avviso di accertamento esecutivo nell'attuale sistema normativo

Il legislatore tributario ha di recente introdotto un’ipotesi di sospensione automatica della riscossione coattiva dell’avviso di accertamento esecutivo, per un periodo di centottanta gironi decorrente dall’affidamento in carico dell’atto all’a­gente della riscossione. Lo scopo del presente lavoro è, in primo luogo, di analizzare i confini applicativi di ...
di Antonio Panizzolo

L'osservanza del principio di proporzionalità ue nell'individuazione di criteri presuntivi 'ragionevoli'

Nell'ambito del processo di integrazione in atto da alcuni decenni fra ordinamento europeo ed ordinamento interno la logica della proporzionalità, la congrua misura del potere, integra un principio essenziale di governo delle società complesse. Il presente contributo è volto a valorizzare le potenzialità espansive e “trasversali” del principio di ...
di Giovanna Petrillo

La fiscalità del turismo: un'opportunità per le regioni, una tentazione per lo stato

Il lavoro analizza lo stato di avanzamento del processo di attuazione del federalismo fiscale alla luce della legge delega n. 42/2009 e dei decreti delegati e mostra come la ricerca di uno spazio impositivo non già assoggettato ad imposizione erariale si restringe in misura significativa e passa attraverso il crocevia della ripartizione della potestà normativa tributaria tra Stato e ...
di Giuseppe Scanu

GIURISPRUDENZA

La rilevabilità d'ufficio dell'abuso del diritto tra regole processuali e garanzie di difesa del contribuente

La Corte di cassazione afferma che l’abuso del diritto è rilevabile d’ufficio in giudizio, purché sia garantito alle parti il diritto di contraddire sul punto. Il fondamento di tale rilevabilità appare alquanto malfermo, non potendosi essa desumere in modo convincente né dal diritto comunitario o dall’art. 53 Cost., né dal regime delle ...
di Alberto Marcheselli

L'impugnazione 'facoltativa' del diniego di interpello 'disapplicativo'

Secondo la Corte di Cassazione, il contribuente può decidere se impugnare o meno il diniego di interpello “disapplicativo”. Questa soluzione non convince, anzitutto, perché il privato può avviare l’azione giurisdizionale, senza incorrere in alcun pregiudizio, in presenza dei successivi atti impugnabili. Inoltre, la tesi del­l’impugnazione ...
di Francesco Pistolesi

La tutela cautelare nel processo tributario nella 'nuova' giurisprudenza della Corte costituzionale

Con la sent. 26 aprile 2012, n. 109 la Corte costituzionale è tornata sul tema della tutela cautelare nel processo tributario nei gradi successivi al primo, confermando l’orientamento inaugurato con la sent. n. 217/2010. La lettura costituzionalmente orientata delle norme censurate offerta dal Giudice delle leggi consente l’ingresso, nel processo tributario, delle regole del ...
di Lorenzo Trombella