newsletter

home / Archivio / Fascicolo 1 - 2015


Fascicolo 1 30/03/2015

leggi fascicolo indice fascicolo

DOTTRINA

L'adeguamento dell'ordinamento tributario nazionale alle linee guida dell'Ocse e dell'Ue in materia di lotta alla pianificazione fiscale aggressiva

I recenti interventi dell’OCSE e della Commissione UE in materia di lotta alla pianificazione fiscale aggressiva dettati dall’allarmante crisi economica internazionale, hanno avviato una fase di cambiamenti radicali da parte dei sistemi fiscali nazionali che si stanno adeguando per la prima volta spontaneamente a raccomandazioni e agli atti soft law, modificando le proprie norme ...
di Fabrizio Amatucci

Abuso del diritto: una riforma impossibile?

Per quasi un decennio, il meccanismo francese di contrasto all’abuso del diritto, codificato nell’art. L64 Livre des procédures fiscales, è stato al centro di un dibattito in ambito tributario. Gli organi giurisdizionali di ultima istanza – i.e. il Conseil d’Etat (la Suprema Corte Amministrativa) e la Cour de Cassation (la Suprema Corte) ...
di Stéphane Buffa

Prelievo eccessivo vs. equità: il difficile punto di equilibrio dei sistemi fiscali moderni

I recenti studi pubblicati da alcuni autori francesi sul tema dell’imposta confiscatoria offrono lo spunto per alcune riflessioni sul difficile punto di equilibrio, nei moderni Stati industrializzati, tra livello del prelievo fiscale e finalità redistributive. Da qui alcune brevi note sui limiti costituzionali al prelievo fiscale e sulla loro natura politica, dunque mutevole nel ...
di Loredana Carpentieri

Rifiuto di mediazione tributaria e condanna alle spese del giudizio

L'art. 91, comma 1, ultima parte, c.p.c., prevede che il giudice, se accoglie la domanda in misura non superiore all’eventuale proposta conciliativa, condanni la parte che abbia rifiutato tale proposta senza giustificato motivo al pagamento delle spese maturate dopo la sua formulazione, fatti salvi i casi di compensazione. Sebbene tale disposizione utilizzi il termine ...
di Chiara Gioè

Prescrizione del credito tributario ed efficacia interruttiva degli atti dell'agente della riscossione

Il tema della prescrizione del credito tributario e della sua interruzione in relazione ad atti riconducibili al Fisco presenta notevoli profili di criticità, connessi al fatto che, mancando una specifica disciplina nel settore tributario, occorre far riferimento alle norme civilistiche in subiecta materia. Le modalità di attuazione dell’obbligazione tributaria, che ...
di Giuseppe Ingrao

Il valore venale nell'accertamento dell'imposta di registro: sistema e deroghe

Questo scritto propone una riflessione sull’attuale ruolo del valore venale nel sistema dei tributi, tenuto conto dell’evoluzione della disciplina dell’imposta di registro, di alcuni interventi legislativi straordinari (spesso dettati da esigenze di casse) e di un certo filone giurisprudenziale che pone in evidenza le interferenze tra il valore definito ai fini di tale tributo e ...
di Valeria Mastroiacovo

Fraude a la ley, doctrina de los actos propios y comprobacion de ejercicios anteriores

En Espana, el Tribunal Económico-Administrativo Central (TEAC) està anali­zando varios casos relativos a operaciones entre entidades de grupos multina­cionales que, sin perjuicio de variantes peculiares, responden al esquema general que consiste en la adquisición por entidades residentes en España, generalmente operativas y con elevados beneficios, de ...
di Carlos Palao Taboada

Beps e country-by country reporting: un passo in avanti verso una formula di riparto?

Oggi la trasparenza rappresenta una questione chiave nelle agende degli attori della politica fiscale al livello internazionale e nazionale. Miglioramento del­l’accesso e dello scambio d’informazioni rilevanti ai fini fiscali e lo smantellamento delle esistenti normative sui segreti bancari e fiscali, insieme all’identifi­cazione delle giurisdizioni che promuovono le ...
di Edoardo Traversa Maryte Somare

GIURISPRUDENZA

Brevi note sul riesame di un avviso di accertamento in sede di autotutela parziale

Nell'esercizio del potere di autotutela, l’atto notificato per secondo ha un effetto sostitutivo dell’antecedente e non richiede la sopravvenuta conoscenza di nuovi elementi qualora non cambi l’oggetto e il contenuto.
di Valerio Ficari

In tema di diritto alla restituzione dell´IVA in caso di utilizzo fraudolento di carta di credito

Nel caso in cui la carta di credito sia utilizzata in modo fraudolento da un soggetto diverso dal titolare della carta, si determina una alterazione della fisiologica trilateralità che caratterizza i rapporti giuridici sottesi all’operazione di acquisto mediante carta di credito. In tale ottica, occorre verificare la coerenza dell’approccio adottato dalla Corte di Giustizia UE, ...
di Giuseppe Persico